Fondo perduto per la connettività delle micro, piccole e medie imprese
Ottobre 24, 2022
Fondo perduto per le eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano
Ottobre 25, 2022

Descrizione completa del bando
Il bando concede mutui agevolati e un contributo a fondo perduto per il miglioramento delle aziende
agricole e delle imprese boschive insediate nei comuni del Centro Italia colpiti dagli eventi sismici.
Soggetti beneficiari
Le agevolazioni si applicano alle microimprese e piccole e medie imprese attive nella produzione agricola
primaria, nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, nelle attività connesse
all’agricoltura e alle imprese boschive, in qualsiasi forma costituite, che presentino progetti di investimento
per lo sviluppo o il consolidamento dell’azienda.
Tipologia di interventi ammissibili
I progetti finanziabili devono perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:
a) miglioramento del rendimento e della sostenibilità globale delle aziende, mediante una riduzione dei
costi di produzione o un miglioramento e riconversione della produzione e delle attività agricole e boschive
connesse;
b) miglioramento delle condizioni agronomiche e ambientali, di igiene e benessere degli animali purché’
non si tratti di investimenti realizzati per conformarsi alle norme dell’Unione europea;
c) realizzazione e miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo, all’adeguamento ed alla
modernizzazione dell’agricoltura.
Entità e forma dell’agevolazione
Per la realizzazione dei progetti sono concessi mutui agevolati, della durata massima di dieci anni,
comprensiva del periodo di preammortamento, e di importo non superiore al 75 per cento della spesa
ammissibile al finanziamento.
I progetti finanziabili devono prevedere investimenti compresi tra un minimo di 300.000 e un massimo di
500.000 euro IVA esclusa.
Alle medesime imprese può essere concesso, in alternativa ai mutui agevolati, un contributo a fondo
perduto fino al 35 per cento della spesa ammissibile nonché’ mutui agevolati, di importo non superiore al
60 per cento della spesa ammissibile al finanziamento.
L’impresa beneficiaria deve garantire la copertura finanziaria del programma di investimento, comprensivo
dell’IVA, apportando un contributo finanziario, attraverso risorse proprie ovvero mediante finanziamento
esterno per la parte dell’investimento non coperto dalle agevolazioni.
L’ agevolazione deve essere assistita da garanzie per l’intero importo concesso, maggiorato del 20% per
accessori e per il rimborso delle spese, acquisibili nell’ambito degli investimenti da realizzare. In particolare,
si potrà ricorrere a:
a) iscrizione di ipoteca di primo grado acquisibile sui beni oggetto di finanziamento oppure su altri beni del
soggetto beneficiario o di terzi;
b) in alternativa o in aggiunta all’ipoteca, a prestazione di fideiussione bancaria o assicurativa, sino al
raggiungimento di un valore delle garanzie prestate pari al 120% del mutuo agevolato concesso.
Scadenza
In attivazione