Azioni:
rafforzare la preparazione dell’UE in caso di gravi minacce sanitarie transfrontaliere creando
riserve di forniture mediche in caso di crisi
una riserva di personale ed esperti sanitari che possano essere mobilitati in caso di crisi in tutta l’UE
maggiore sorveglianza delle minacce per la salute.
rafforzare i sistemi sanitari in modo che siano in grado di affrontare le epidemie e altre sfide a lungo termine stimolando
la prevenzione delle malattie e la promozione della salute fra la popolazione anziana
la trasformazione digitale dei sistemi sanitari
l’accesso all’assistenza sanitaria per i gruppi vulnerabili.
rendere i medicinali e i dispositivi medici disponibili a prezzi accessibili, promuovere l’uso prudente ed efficace degli antimicrobici e favorire l’innovazione medica e farmaceutica e una produzione più verde.
Obiettivi:
Esso persegue i seguenti obiettivi generali, se del caso in linea con l’approccio «One Health»:

migliorare e promuovere la salute nell’Unione al fine di ridurre l’onere delle malattie trasmissibili e non trasmissibili, sostenendo la promozione della salute e la prevenzione delle malattie, riducendo le disuguaglianze sanitarie, favorendo stili di vita sani e promuovendo l’accesso all’assistenza sanitaria;
proteggere le persone nell’Unione dalle gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero e rafforzare la capacità di risposta dei sistemi sanitari e il coordinamento tra gli Stati membri per far fronte a gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero;
migliorare la disponibilità, l’accessibilità e l’accessibilità economica dei medicinali e dei dispositivi medici e dei prodotti pertinenti per la crisi nell’Unione e sostenere l’innovazione in relazione a tali prodotti
rafforzare i sistemi sanitari migliorandone la resilienza e sviluppando l’efficienza delle risorse, in particolare:
sostenendo il lavoro integrato e coordinato tra gli Stati membri;
promuovendo l’attuazione delle migliori pratiche e promuovendo la condivisione dei dati;
rafforzando il personale sanitario;
affrontando le implicazioni delle sfide demografiche; e
portando avanti la trasformazione digitale.

Paesi partecipanti:
Stati membri UE

Il programma è aperto alla partecipazione dei seguenti paesi terzi:

i membri dell’Associazione europea di libero scambio che sono membri dello Spazio economico europeo, conformemente alle condizioni stabilite nell’accordo sullo Spazio economico europeo;
i paesi in via di adesione, i paesi candidati e potenziali candidati conformemente ai principi e alle condizioni generali per la partecipazione di tali paesi ai programmi dell’Unione stabiliti nei rispettivi accordi quadro e nelle rispettive decisioni dei consigli di associazione o in accordi analoghi, e alle condizioni specifiche stabilite negli accordi tra l’Unione e tali paesi;
i paesi interessati dalla politica europea di vicinato conformemente ai principi e alle condizioni generali per la partecipazione di tali paesi ai programmi dell’Unione stabiliti nei rispettivi accordi quadro e nelle rispettive decisioni dei consigli di associazione o in accordi analoghi e alle condizioni specifiche stabilite negli accordi tra l’Unione e tali paesi;
i paesi terzi, conformemente alle condizioni stabilite in un accordo specifico per la partecipazione di un paese terzo al programma dell’Unione, purché tale accordo:
garantisca un giusto equilibrio tra i contributi e i benefici per il paese terzo che partecipa al programma dell’Unione;
stabilisca le condizioni per la partecipazione al programma dell’Unione, compreso il calcolo dei contributi finanziari ai singoli programmi e i rispettivi costi amministrativi;
non conferisca al paese terzo poteri decisionali per quanto riguarda il programma dell’Unione;
garantisca all’Unione il diritto di assicurare una sana gestione finanziaria e di proteggere i propri interessi finanziari.
Il programma è attuato da una nuova agenzia esecutiva, l’Agenzia esecutiva europea per la salute e il digitale, entrata in attività il 1° aprile 2021.

Beneficiari:
“UE per la salute” sarà attuato dagli Stati membri, dalle organizzazioni non governative e dalle organizzazioni internazionali che possono richiedere finanziamenti dell’UE sotto forma di sovvenzioni, premi e appalti, nonché dalla Commissione europea e dalle agenzie esecutive dell’UE in regime di gestione indiretta.

Le agenzie dell’UE, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), l’Agenzia europea per i medicinali (EMA), l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e l’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) svolgeranno un ruolo fondamentale nella difesa dell’Europa contro le gravi minacce sanitarie a carattere transfrontaliero e le pandemie, sia per quanto riguarda la prevenzione sia sul fronte della gestione delle crisi. Le azioni del programma integreranno e potenzieranno le attività di queste agenzie dell’UE.

Finanziamento:
La dotazione finanziaria per l’attuazione del programma per il periodo 2021-2027 è fissata a 2.446.000.000 euro a prezzi correnti.
Il programma può concedere finanziamenti in tutte le forme previste dal regolamento finanziario, segnatamente sotto forma di sovvenzioni, premi e appalti.

Durata:
2021-2027